Che cosa sono gli oli essenziali

Una grande varietà di piante copre la Terra in diverse forme, dimensioni, colori e profumi. Molte di queste piante contengono composti che in genere non possono essere visti ad occhio nudo: si nascondono all’interno di radici, fiori, semi, corteccia o altre parti della pianta. Questi composti sono noti come oli essenziali. Sono altamente concentrati, rendendoli estremamente potenti. Chiamati anche composti aromatici volatili, gli oli essenziali conferiscono a una pianta il suo aroma, la proteggono dagli insetti e da condizioni ambientali particolarmente difficoltose.

La peculiarità degli oli essenziali è quella di avere una fragranza tanto piacevole quanto efficace.

Vi è mai capitato di ricevere una rosa, di camminare in un campo di lavanda o di annusare la menta appena tagliata? Se la risposta è sì, allora avete già conosciuto le qualità aromatiche degli oli essenziali. Essi sono in grado di migliorare l’umore, calmare i sensi e sollecitare risposte emotive significative.

Eppure, l’uso degli oli essenziali va ben oltre la loro fragranza invitante.

Nel corso della storia sono stati utilizzati in molte culture per le loro proprietà benefiche per la salute. Le tendenze moderne orientate verso un approccio olistico alla cura della persona e la crescente approvazione scientifica delle pratiche alternative stanno indirizzando verso una riscoperta dei grandi benefici degli oli essenziali. Alcuni di essi sono dotati di proprietà purificanti estremamente potenti. La loro struttura chimica unica consente di produrre risultati mirati mediante l’applicazione topica.

Alcuni oli possono essere utilizzati come integratori alimentari, finalizzati a promuovere vitalità e benessere.

Scopri quali sono i metodi di estrazione.