Diffusore per auto

Diffusore per auto

Forse non te ne sei mai accorto, ma probabilmente finirai per passare più tempo di quanto tu possa immaginare nella tua auto, fra traffico e luci apparentemente infinite. A causa di questi (oltre che delle persone al volante che spesso guidano senza criterio), le nostre emozioni tendono ad aumentare al massimo durante la guida. Personalmente, stare nel traffico mi rende nervosa, non riuscirei mai a vivere in una metropoli tipo Roma, Milano o Napoli, mi basta la mia Pescara. Ma torniamo a noi.

C’è anche un altro aspetto: nel tempo, l’odore nei nostri veicoli può sembrare stantìo o semplicemente pessimo.

Fortunatamente, l’aromaterapia può fornire sollievo per entrambi i “problemi”. Puoi combattere gli odori sgradevoli e cambiare l’umore della tua auto con questo semplice diffusore di oli essenziali per auto fai-da-te o deodorante per ambienti.

Ingredienti:

  • 7–8 palline di feltro di lana
  • filo
  • nastro o spago
  • oli essenziali di prima scelta

Istruzioni:

  • Infila un ago da cucito grande con filo sufficiente per sette-otto palline di feltro. Fora il centro di ogni gomitolo di feltro di lana fino a quando non ne hai abbastanza per fare un cerchio completo.
  • Annoda il filo tra le palline di feltro di lana di collegamento per formare un cerchio.
  • Taglia una lunghezza di nastro o spago abbastanza lunga da adattarsi allo specchietto retrovisore. Fallo passare attraverso il cerchio e legalo in alto. Taglia lo spago o il nastro in eccesso.
  • Appendi il tuo nuovo diffusore di olio per auto fai-da-te nella tua auto
  • Quando vuoi cambiare l’ambiente nella tua auto per sollevarti, energizzarti o calmarti, aggiungi una goccia del tuo olio essenziale preferito a ogni pallina. Diventa creativo e usa pochi oli diversi contemporaneamente per un profumo unico.

Suggerimento: se non vuoi appendere il diffusore dell’olio fatto in casa allo specchietto retrovisore, puoi anche tenerlo nel portabicchieri o appenderlo usando uno dei ganci sul retro dove i passeggeri possono goderselo.

Facile, no?

Per l’articolo originale clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *