Recupero muscolare: consigli per velocizzarlo

Recupero muscolare: consigli per velocizzarlo

Il nostro corpo è perfettamente in grado di recuperare le forze dopo una gara o una sessione di allenamento. Il nostro rendimento dipende molto dalla qualità del recupero. Se quest’ultimo è ottimale, il corpo sarà più resistente e meno soggetto a possibili infortuni; infatti, è proprio nella fase post allenamento che il corpo migliora le sue prestazioni.

Quando ci alleniamo, il nostro corpo si affatica e sottoponiamo ossa, legamenti, muscoli e tendini ad uno stress, più o meno intenso a seconda del livello della sessione. Inoltre, si esauriscono le riserve di energia. Subito dopo l’allenamento il corpo comincia a recuperare il livello di rendimento, a patto che gli dedichiamo il tempo necessario. Se questo non è sufficiente, il corpo non riesce a recuperare completamente prima della successiva sessione di allenamento, reagendo con affaticamento o con la diminuzione delle prestazioni.

Ecco alcuni consigli per recuperare al meglio e per migliorare le nostre prestazioni dopo l’allenamento.

Defaticamento.

Negli ultimi dieci minuti della sessione, è importante ridurre il ritmo per favorire il recupero. In questo modo, il metabolismo e il sistema cardiovascolare tornano lentamente ad uno stato normale. Contestualmente, si riducono anche gli accumuli di acido lattico nei muscoli. L’intensità ridotta negli ultimi minuti di allenamento accelera il passaggio alla fase di recupero e impedisce al corpo di riattivarsi troppo presto.

Stretching.

Completare la sessione di allenamento con una veloce fase di stretching aiuta a ridurre qualsiasi tensione e permette di recuperare più velocemente e far rimanere i muscoli flessibili. Lo stretching nella fase di defaticamento ha un effetto rilassante sulla mente e sul corpo che supporta e accelera il processo di recupero.

Metodo Kneipp.

Sotto la doccia, alternare per 30-40 secondi acqua fredda e calda, per circa 5-8 volte apporta un grande beneficio. L’acqua ghiacciata evita l’indolenzimento muscolare mentre quella calda favorisce la circolazione sanguigna e rilassa i tendini e i muscoli. All’inizio l’acqua fredda vi lascerà senza fiato, ma il suo effetto benefico arriverà presto, ve lo assicuro.

Tecniche di rilassamento.

Esiste una connessione diretta tra corpo e mente. Rilassarsi 10 minuti dopo l’allenamento riduce la tensione e la concentrazione di acido lattico nei muscoli. Potete scegliere la tecnica che è più funzionale a voi: training autogeno, meditazione, yoga e via dicendo, magari associando un olio essenziale rilassante. Il mio preferito è il Balance, non manca mai.

Alimentazione.

Rifornire il corpo di energia dopo l’allenamento è fondamentale. Una buona combinazione di carboidrati complessi e proteine rafforza il processo di recupero. Inoltre, è importante reintegrare i liquidi. A seconda dell’intensità dell’allenamento, il corpo richiede 500-700 ml all’ora. Le prestazioni muscolari, in particolare, dipendono in gran parte da un apporto costante di liquidi.

Potete provare a fare una bevanda rinfrescante con 1 goccia di Menta piperita, 1 goccia di Limone, 2 gocce di Smart&Sassy, 1 cucchiano di sale rosa dell’Himalaya.

Evitate l’alcol. Il fegato, infatti, consuma molta energia durante l’allenamento e bevendo alcolici, dovrà lavorare il doppio per metabolizzare anche l’alcol. Inoltre, l’alcol rallenta il processo di recupero e annulla qualsiasi risultato che potreste aver ottenuto dall’allenamento.

Sonno.

Durante il sonno il nostro corpo si rigenera e ripara i piccoli danni ai tessuti, si sviluppano i muscoli e si ripristinano corpo e mente. La mancanza o il cattivo riposo riducono il metabolismo, il recupero sarà più lento, il sistema immunitario si indebolirà e noi faremo più fatica ad affrontare le giornate e gli allenamenti.

Oli essenziali e integratori.

Nella fase di recupero, è buon cosa trovare sostegno anche nella Natura. Alcuni oli essenziali aiutano il nostro corpo a recuperare (Deep Blue in primis, ma anche Arancio, Camomilla, Basilico, Geranio, Menta piperita, Eucalipto, Zenzero, Pompelmo e Ginepro), così  come i polifenoli contenuti in Deep Blue Polyphenoll Complex o la crema Deep Blue Rub per un massagigo rilassante alle gambe e ai muscoli indolenziti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *