Oli essenziali: sperimentato ed affidabile

Oli essenziali: sperimentato ed affidabile

Viviamo in un’epoca in cui le possibilità e le idee per un maggior benessere sono facilmente accessibili. Con così tante possibilità di scelta a disposizione, spesso la domanda è: di chi mi posso fidare?

La risposta si trova nell’esperienza personale. Puoi fidarti del tuo approccio, scoprendo soluzioni semplici, sicure ed efficaci. Sperimentando personalmente i potenti benefici degli oli essenziali, capirai perché dōTERRA sta rivoluzionando il modo in cui le famiglie gestiscono il loro benessere.

Allo stesso tempo, è importante sapere che solo un utilizzo giudizioso degli oli essenziali apporta notevoli benefici alla salute. Gli oli essenziali puri vanno usati con cautela ed è obbligatorio rispettarne dosi e modo di impiego, al fine di evitare i rischi iatrogeni ossia effetti indesiderati.

Sono molte le cose da tenere in considerazione quando si acquistano oli essenziali. È bene sapere che non tutti i produttori si attengono agli stessi standard di qualità elevati. Se gli oli essenziali sono diluiti con additivi chimici o conservati in maniera impropria, i loro benefici terapeutici possono risultarne fortemente compromessi e, alle volte, persino negati da effetti dannosi. Per questo motivo, è importante utilizzare solo oli essenziali puri e di qualità terapeutica. Per raggiungere questo livello di qualità, il produttore deve lavorare a regola d’arte, dalla coltivazione delle piante ai metodi di produzione e di confezionamento.

ORIGINE
Le piante da cui si estraggono gli oli essenziali vanno coltivate in un clima appropriato, affinché sviluppino il giusto equilibrio di costituenti. Non vanno mai usati pesticidi e altre sostanze chimiche che potrebbero influenzare la loro composizione chimica.

È altresì importante che gli oli vengano estratti dalla pianta giusta. Per esempio, gli oli essenziali di Lavandula angustifolia e Lavandula latifolia sono entrambi chiamati olio di lavanda, ma i due presentano costituenti chimici diversi e proprietà terapeutiche diverse.
Ecco, allora, che diventa fondamentale assicurarsi che l’etichetta elenchi la specie corretta dell’olio essenziale desiderato.

PRODUZIONE
Gli oli essenziali puri devono essere distillati a vapore (o pressati dalla scorza), non estratti chimicamente. I prodotti etichettati come estratto o olio di fragranza non sono la stessa cosa degli oli essenziali a uso terapeutico. Le tecniche di distillazione sono fondamentali nella produzione di oli essenziali di alta qualità. È altresì importante che le piante siano distillate nel giusto periodo dell’anno una volta raggiunta la giusta maturazione e alla distanza giusta dal momento della raccolta, per assicurarsi che contengano il giusto equilibrio di componenti chimici. I distillatori esperti lavorano le piante in circostanze ottimali per ottenere le migliori proprietà terapeutiche.

TEST DI LABORATORIO
Una delle qualità più importanti degli oli a uso terapeutico è l’assenza di fragranze sintetiche o altre aggiunte o diluizioni atte a ridurne il costo. I produttori di oli essenziali che intendono offrire prodotti della migliore qualità possibile non aggiungono materiali estranei.

Vanno eseguiti controlli rigorosi per assicurare che gli oli essenziali abbiano il corretto equilibrio di costituenti e che siano davvero puri. Tra i controlli figurano:

Valutazione sensoriale: l’odore degli oli essenziali puri e delle fragranze sintetiche sono diversi ed esistono degli esperti addestrati per rilevare le inconsistenze nell’aroma, nel colore e nell’aspetto. È inoltre possibile eseguire test fisici per determinare la composizione chimica e la purezza di un olio essenziale. Tra questi figurano la misurazione del peso specifico, dell’indice di rifrazione o della rotazione ottica dell’olio.

Analisi chimica: questo tipo di controllo serve a valutare le qualità che non è possibile determinare con i sensi umani o con i controlli fisici. L’analisi chimica moderna si avvale di due metodi, la gascromatografia-spettrometria di massa e la spettroscopia a infrarossi in trasformata di Fourier. Questi processi consentono agli scienziati di misurare la composizione chimica di un olio essenziale e determinare la concentrazione di ciascuno dei suoi costituenti.

PREZZO
Un’ultima qualità da tenere in considerazione è la fluttuazione dei prezzi tra oli essenziali diversi. Alcuni oli richiedono molta più materia prima e sono molto più difficili da produrre rispetto ad altri, per cui hanno un costo superiore. Se, per esempio, gli oli essenziali di incenso e limone hanno prezzi simili, è segno che il produttore usa dei metodi che gli consentono di ridurre i costi di produzione e che l’olio essenziale non è indicato per l’uso terapeutico.

Quali sono i metodi di estrazione degli oli essenziali?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *